Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in aritmologia
52 convegno cardiologia milano
Associazione Silvia Procopio

Magnitudo di ST2 solubile come nuovo biomarcatore per la dissezione aortica acuta


Una diagnosi errata di dissezione aortica acuta può portare a significativa morbilità e morte.
ST2 solubile ( sST2 ) è un biomarcatore correlato al danno cardiovascolare. Non è chiara la misura in cui sST2 è elevato nella dissezione aortica acuta e se sST2 possa discriminare la dissezione aortica acuta da altre cause di dolore toracico grave ad esordio improvviso.

Sono state misurate le concentrazioni plasmatiche di sST2 in 1.360 pazienti, inclusi 1.027 partecipanti nel set di scoperta retrospettiva e 333 pazienti con sospetto iniziale di dissezione aortica acuta, arruolati nella coorte di convalida prospettica.
Sono state calcolate le misure di discriminazione per differenziare la dissezione aortica acuta da altre cause di dolore toracico.

Nella fase acuta, i livelli di sST2 sono stati più alti nei pazienti con dissezione aortica acuta rispetto a quelli con infarto miocardico acuto nella primo set di scoperta caso-controllo entro 24 ore dall'insorgenza dei sintomi o con pazienti con embolia polmonare nel secondo set di scoperta ( mediane di 129.2 ng/ml vs 14.7 con P minore di 0.001 per dissezione aortica acuta versus infarto miocardico acuto e 88.6 vs 9.3 con P minore di 0.001 per dissezione aortica acuta vs embolia polmonare ).

Nel set di validazione prospettico, sST2 è risultato più elevato nei pazienti con dissezione aortica acuta ( mediana: 76.4 ) e modestamente elevato nei pazienti con infarto miocardico acuto ( 25.0 ), embolia polmonare ( 14.9 ) e pazienti con angina ( 21.5, tutti P minore di 0.001 vs dissezione aortica acuta ).

L'area sotto la curva ROC per i pazienti con dissezione aortica acuta rispetto a tutti i pazienti di controllo entro 24 ore dalla presentazione al pronto soccorso è stata pari a 0.97 per sST2, 0.91 per D-dimero e 0.50 per la troponina cardiaca I, rispettivamente.

A un valore di cutoff di 34.6 ng/ml, sST2 ha avuto una sensibilità del 99.1%, una specificità dell'84.9%, un valore predittivo positivo del 68.7%, un valore predittivo negativo del 99.7%, un rapporto di verosimiglianza positivo di 6.6 e un rapporto di verosimiglianza negativo di 0.01.

In conclusione, tra i pazienti con sospetta dissezione aortica nel Reparto di emergenza, sST2 ha mostrato prestazioni diagnostiche complessive superiori al D-dimero o alla troponina cardiaca I.
Sono necessari ulteriori studi per determinare se sST2 possa essere un utile indicatore di esclusione di dissezione aortica acuta al Pronto soccorso. ( Xagena2018 )

Wang Y et al, Circulation 2018; 137: 259-269

Cardio2018



Indietro