Aggiornamenti in Aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Il Poloxamero 188 previene l’insufficienza cardiaca nei topi con distrofia muscolare


Ricercatori dell’University of Michigan Medical School hanno mostrato che il Poloxamero 188 è in grado di riparare il danno alle membrane cellulari del muscolo cardiaco e di prevenire l’insufficienza cardiaca nei topi con mutazioni genetiche a livello del gene distrofina, che sono alla base della distrofia muscolare di Duchenne.

Molte persone con distrofia muscolare di Duchenne muoiono in giovane età a causa dell’insufficienza cardiaca susseguente a cardiomiopatia.

E’ stato osservato che i miociti cardiaci nei topi distrofina-deficienti ( topi mdx ) non presentano una normale fase di rilassamento.

Il deficit di distrofina si evidenzia con piccoli fori al momento dello stiramento dei miociti.
Questi fori permettono agli ioni di calcio di entrare nelle cellule.
Un’alta concentrazione intracellulare di ioni calcio porta il miocita a morte.

Il Poloxamero 188 ( P188 ), non ha effetti sui normali miociti, sembra aumentare la capacità di stiramento dei miociti nei topi mdx.

Per esaminare gli effetti di P188, i Ricercatori hanno somministrato ai topi mdx Dobutamina in modo da aumentare il lavoro cardiaco.
Durante il test da stress, il 40% dei topi mdx sono andati incontro ad insufficienza cardiaca.

Quando ai topi mdx è stato infuso P188 prima della somministrazione di Dobutamina, nessun topo ha sviluppato scompenso cardiaco.( Xagena2005 )

Fonte: University of Michigan, 2005

Farma2005 Cardio2005


Indietro