Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
52 convegno cardiologia milano
Aggiornamenti in aritmologia
Associazione Silvia Procopio

Evoluzione del prolasso della valvola mitrale


Mancano studi longitudinali della progressione del prolasso della valvola mitrale ( MVP ) tra individui non-selezionati nella comunità, compresi quelli con morfologie del prolasso valvolare mitralico non-diagnostiche.

Sono stati misurati i cambiamenti longitudinali di diametro anulare, spostamento dei lembi, spessore, proiezione dei lembi anteriore / posteriore sull’annulus, altezza del combaciamento, e altezza del getto di rigurgito mitralico in 261 partecipanti al Framingham Offspring all’esame 5 che avevano a disposizione imaging di follow-up da 3 a 16 anni dopo.

I partecipanti allo studio presentavano prolasso della valvola mitrale ( n=63 ); morfologie del prolasso valvolare mitralico senza inquadramento diagnostico, minimo spostamento sistolico ( n=50 ) e fenotipo di anormale combaciamento anteriore ( n=10, con altezza del combaciamento superiore al 40% dell'annulus simile al prolasso valvolare della valvola mitrale posteriore ); più 138 controlli sani senza prolasso della valvola mitrale o morfologia del prolasso valvolare mitralico senza inquadramento diagnostico.

Al follow-up, gli individui con prolasso della valvola mitrale ( 52% donne, media 57 anni ) avevano maggiori aumenti di spostamento dei lembi, spessore e altezza del getto rispetto ai controlli ( tutti P minore di 0.05 ).

11 partecipanti con prolasso della valvola mitrale ( 17% ) avevano moderato o più grave rigurgito mitralico ( altezza del getto uguale o superiore a 5 mm ) e altri 5 ( 8% ) sono stati sottoposti a riparazione della valvola mitrale.

Tra i soggetti con morfologie del prolasso valvolare mitralico senza inquadramento diagnostico, 8 ( 80% ) partecipanti con anomalo combaciamento anteriore hanno progredito a prolasso valvolare mitralico posteriore; 17 ( 34% ) soggetti con minimo spostamento sistolico sono stati riclassificati come prolasso della valvola mitrale posteriore ( 12 ) o anormale combaciamento anteriore ( 5 ).

Rispetto ai 33 partecipanti con spostamento sistolico minimo che non hanno progredito, i 17 che hanno progredito avevano maggiore spostamento dei lembi, spessore, altezza del combaciamento, e altezza del getto di rigurgito mitralico ( tutti P minore di 0.05 ).

In conclusione, le morfologie del prolasso valvolare mitralico senza inquadramento diagnostico possono evolvere a prolasso della valvola mitrale, mettendo in evidenza il significato clinico dell’espressione di prolasso della valvola mitrale lieve.
Il prolasso della valvola mitrale progredisce a rigurgito mitralico significativo per un periodo da 3 a 16 anni in un quarto degli individui nella comunità.
Cambiamenti nella morfologia dei lembi mitralici sono associati a progressione di morfologia del prolasso valvolare mitralico senza inquadramento diagnostico e prolasso della valvola mitrale. ( Xagena2016 )

Delling FN et al, Circulation 2016; 133: 1688-1695

Cardio2016


Indietro