Cardiobase
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Aggiornamenti in Aritmologia
Xagena Mappa

Associazione di doppia terapia antipiastrinica con Ticagrelor con fallimento di innesto venoso dopo chirurgia di innesto di bypass coronarico


Il ruolo del Ticagrelor ( Brilique ) con o senza Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) dopo un intervento chirurgico di bypass coronarico rimane poco chiaro.

Sono stati confrontati i rischi di insufficienza dell'innesto venoso e sanguinamento associati alla doppia terapia antipiastrinica ( DAPT ) o Ticagrelor in monoterapia rispetto all'Aspirina tra i pazienti sottoposti a intervento chirurgico di bypass dell'arteria coronaria, utilizzando studi clinici randomizzati che hanno confrontato gli effetti di Ticagrelor DAPT o Ticagrelor in monoterapia rispetto all'Aspirina sul fallimento dell'innesto della vena safena.

L'analisi primaria ha valutato l'incidenza di fallimento dell'innesto di vena safena per trapianto ( esito primario ) negli studi randomizzati che hanno confrontato Ticagrelor DAPT con l'Aspirina.
Gli esiti secondari erano il fallimento dell'innesto della vena safena per paziente e gli eventi emorragici di tipo 2, 3 o 5 del Bleeding Academic Research Consortium ( BARC ).
Un'analisi supplementare ha incluso studi randomizzati che hanno confrontato Ticagrelor in monoterapia con Aspirina.

In totale 4 studi sono stati inclusi nella meta-analisi, coinvolgendo 1.316 pazienti e 1.668 innesti di vena safena. Degli 871 pazienti nell'analisi primaria, 435 hanno ricevuto Ticagrelor DAPT ( età media, 67 anni; 65 donne, 14.9%; 370 uomini, 85.1% ) e 436 hanno ricevuto Aspirina ( età media, 66 anni; 63 donne, 14.5%; 373 uomini, 85.5% ).

Ticagrelor DAPT è stato associato a un'incidenza significativamente più bassa di fallimento dell'innesto della vena safena ( 11.2%) per trapianto rispetto all'Aspirina ( 20%; differenza, -8.7%; OR, 0.51; P minore di 0.001 ) ed è stato associato a un'incidenza significativamente più bassa di fallimento dell'innesto di vena safena per paziente ( 13.2% vs 23.0%, differenza, -9.7%; OR, 0.51; P minore di 0.001 ).

Ticagrelor DAPT ( 22.1% ) è stato associato a un'incidenza significativamente maggiore di eventi emorragici BARC di tipo 2, 3 o 5 rispetto all'Aspirina ( 8.7%; differenza, 13.3%; OR, 2.98; P minore di 0.001 ), ma non eventi emorragici di tipo 3 o 5 BARC ( 1.8% vs 1.8%, differenza, 0%; OR, 1.00; P=0.99 ).

Rispetto all'Aspirina, la monoterapia con Ticagrelor non è stata significativamente associata al fallimento dell'innesto della vena safena ( 19.3% vs 21.7%, differenza, -2.6%; OR, 0.86; P=0.44 ) o eventi emorragici di tipo BARC 2, 3 o 5 ( 8.9% vs 7.3%, differenza, 1.7%; OR, 1.25; P=0.46 ).

Tra i pazienti sottoposti a intervento chirurgico di bypass coronarico, l'aggiunta di Ticagrelor all'Aspirina è stata associata a un rischio significativamente ridotto di fallimento dell'innesto venoso. Tuttavia, questo è stato accompagnato da un rischio significativamente aumentato di sanguinamento clinicamente importante. ( Xagena2022 )

Sandner S et al, JAMA 2022; 328: 554-562

Cardio2022 Chiru2022 Farma2022



Indietro