52 convegno cardiologia milano
Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Associazione Silvia Procopio

Gestione ed esiti di sanguinamento maggiore durante il trattamento con Dabigatran o Warfarin


Uno studio ha confrontato la gestione e la prognosi di sanguinamento maggiore nei pazienti trattati con Dabigatran ( Pradaxa ) o Warfarin ( Coumadin ).

Sono stati revisionati gli episodi di sanguinamento di 1.034 individui con 1.121 sanguinamenti maggiori iscritti in 5 studi di fase III di confronto tra Dabigatran e Warfarin, che hanno coinvolto 27.419 pazienti trattati per 6-36 mesi.

I pazienti con sanguinamenti maggiori in cura con Dabigatran ( n=627 su 16.755 ) erano più anziani, avevano più bassa clearance della creatinina e avevano utilizzato più frequentemente Acido Acetilsalicilico ( Aspirina ) o farmaci antinfiammatori non-steroidei ( FANS ), rispetto ai pazienti in cura con Warfarin ( n=407 su 10.002 ).

La mortalità a 30 giorni dopo il primo sanguinamento maggiore tendeva ad essere più bassa nel gruppo Dabigatran ( 9.1% ), rispetto al gruppo Warfarin ( 13.0%; odds ratio aggregato, OR=0.68; P=0.057 ).

Dopo aggiustamento per sesso, età, peso, funzione renale e terapia antitrombotica concomitante, l’odds ratio aggregato per mortalità a 30 giorni con Dabigatran rispetto a Warfarin è stato pari a 0.66 ( P=0.051 ).

I sanguinamenti maggiori nei pazienti trattati con Dabigatran sono stati più frequentemente gestiti con trasfusioni di sangue ( 423 su 696, 61% ) rispetto ai sanguinamenti in pazienti trattati con Warfarin ( 175 su 425, 42%, P minore di 0.001 ), ma meno frequentemente con trasfusioni di plasma ( Dabigatran, 19.8%; Warfarin, 30.2%, P minore di 0.001 ).

I pazienti che hanno presentato un sanguinamento hanno avuto ricoveri più brevi nel reparto di terapia intensiva ( UTI ) se avevano precedentemente ricevuto Dabigatran ( media 1,6 notti ) rispetto a coloro che avevano ricevuto Warfarin ( in media 2.7 notti; P=0.01 ).

In conclusione, i pazienti che hanno presentato sanguinamento maggiore durante la cura con Dabigatran hanno richiesto più trasfusioni di globuli rossi ma hanno ricevuto meno plasma, hanno necessitato di un ricovero più breve in terapia intensiva e hanno avuto una tendenza verso una più bassa mortalità rispetto a coloro che avevano avuto sanguinamento maggiore durante la terapia con Warfarin. ( Xagena2013 )

Majeed A et al, Circulation 2013; 128: 2325-2332

Cardio2013 Emo2013 Farma2013


Indietro