ACC Meeting
Associazione Silvia Procopio
American Heart Association

L’embolia dell'arteria coronaria è riconosciuta come importante causa non-aterosclerotica di infarto miocardico acuto. La sua prevalenza, le caratteristiche cliniche e la prognosi non sono sufficiente ...


L’introduzione di nuovi dispositivi medici nella pratica di routine solleva preoccupazioni in quanto i pazienti e i risultati possono differire da quelli in studi randomizzati. È stata aggiornata l ...


Sulla base dei primi risultati dello studio PARTNER ( Placement of Aortic Transcatheter Valves ), la sostituzione della valvola aortica transcatetere ( TAVR ) è un trattamento accettato per pazienti c ...


L’uso della chirurgia per il trattamento dell’endocardite infettiva relativamente alle indicazioni chirurgiche e al rischio operatorio per la mortalità non è stato ben definito. Lo studio ICE-PLUS ...


Gli arresti cardiaci improvvisi associati all’attività sportiva si verificano soprattutto durante la mezza età. E’ stato determinato il peso, le caratteristiche e gli esiti degli arresti cardiaci im ...


L’ipossia fetale è implicata nello sviluppo cerebrale anormale osservato in neonati con cardiopatie congenite. La nuova tecnologia di risonanza magnetica offre ora la possibilità di indagare il rapp ...


La terapia con defibrillatore cardioverter impiantabile ( ICD ) migliora la sopravvivenza nei pazienti con ridotta frazione di eiezione ventricolare sinistra ( FEVS ) dopo infarto miocardico acuto ( I ...


Alcuni studi hanno collegato i fattori di rischio cardiovascolare di mezza età e dell’età avanzata alla funzione cognitiva, ma poco si sa circa l'esposizione a fattori di rischio cardiovascolare nella ...


Lo studio PAREPET ( Prediction of ARrhythmic Events with Positron Emission Tomography ) ha cercato di verificare l'ipotesi secondo la quale quantificare la mancanza di omogeneità nella innervazione si ...


Alcuni studi hanno mostrato variazioni nell'uso di trasfusione di cellule rosse del sangue tra i pazienti con sindromi coronariche acute. Non ci sono dati definitivi per l'efficacia della trasfusion ...


Negli ultimi anni, gli warning di sicurezza hanno avvertito del rischio di gravi danni epatici farmaco-indotti, causati dai farmaci cardiovascolari. I nuovi anticoagulanti orali ( NOAC )sono ora dis ...


La terapia antitrombotica complessa, prescritta ai pazienti anziani, aumenta il rischio di sanguinamento gastrointestinale. Sono stati quantificati gli eventi gastrointestinali del tratto superiore ...


È stata determinata la relazione tra le concentrazioni sieriche del frammento N-terminale del propeptide natriuretico cerebrale ( NT-proBNP ) e la prognosi nei pazienti con cardiomiopatia ipertrofica. ...


La stratificazione del rischio dei pazienti con cardiomiopatia dilatativa non-ischemica si basa principalmente sulla frazione di eiezione ventricolare sinistra ( FEVS ). Fattori prognostici superior ...


La risonanza magnetica cardiovascolare è il gold standard per la valutazione della funzione ventricolare. Sebbene i volumi del ventricolo sinistro e la frazione d'eiezione siano forti predittori di es ...